Quando col partner si discute sempre per i soliti motivi

Le discussioni fanno parte, chi più chi meno, del rapporto di coppia. A volte si litiga sempre per le stesse motivazioni, altre per motivi generali senza riuscire a cogliere il nocciolo del problema. Ma non bisogna arrendersi e darle per scontate, bisogna invece cercare di capire i meccanismi che le instaurano e sforzarsi di trovare il modo di renderle meno frequenti, se non costruttive.

Questo a beneficio del rapporto di coppia.

Per capire il modello delle nostre discussioni dobbiamo risalire al modello di discussione dei nostri genitori: è infatti lì che si annida l’esempio che abbiamo nella mente, di discussione di coppia: i nostri genitori erano felici? Era il loro un rapporto sereno e appagante? Oppure litigavano e discutevano sempre per i soliti motivi? E le discussioni non avevano mai una soluzione?

Perché in questo caso è facile capire che non facciamo altro che riproporre il modello educativo imparato dai genitori: non l’atto di discutere in sé, bensì che non è possibile gestire i conflitti di coppia. Di conseguenza si imparano a usare strategie atte a mantenere viva nel tempo la discussione. In realtà, si vuole dimostrare la superiorità della propria posizione, non comprendere la prospettiva altrui .

Questo modello va contro l’idea che sia possibile trattare un conflitto in modo produttivo. In fondo nasconde un messaggio molto chiaro: i problemi di coppia non sono conciliabili, e l’unico modo di uscirne e superare la frustrazione è intimidire l’altro più di quanto l’altro intimidisca noi.

Spesso quello che il partner ci dice, invece di essere recepito come un momento di confronto al fine di trovare una soluzione ad un problema, viene preso come un attacco personale, un giudizio sulla nostra persona, una critica. Molte volte discutiamo perché vediamo nell’altro il riflesso dei nostri problemi.

Ci sentiamo vulnerabili e reagiamo col contrattacco, colpendo il partner laddove sappiamo essere più vulnerabile.

In realtà dobbiamo capire che il conflitto è gestibile ed addirittura superabile. Bisogna sapersi mettere in discussione, rimanere aperti alle parole che ci vengono dette, facendo auto analisi e accettandosi per quello che siamo con tutti i nostri difetti e le nostre debolezze.

Solo accettando noi stessi, saremo in grado di elaborare il conflitto e farlo diventare un momento di costruzione e miglioramento del rapporto di coppia.

Lascia un commento




Contattaci: