Sei fissato con una ragazza e non riesci più a levartela dalla testa? Ecco come si fa a guarire dalle ossessioni amorose in 4 semplici passi!

L’amore è bello ed è una delle cose migliori che possano accadere a una persona. Quando sei innamorato ti senti invincibile e le tue giornate hanno finalmente un senso!

Tutto questo è bellissimo, l’amore è bellissimo.

Ma come tutte le cose nella vita, sono belle e durano solo se prese “con moderazione“.

E come tutte le cose belle della vita, arriva il momento in cui la “magia” lascia il posto alla realtà e l’amore finisce. E questo fa male. Non ti preoccupare capita a tutti!

Ecco perché, oggi, voglio condividere con te qualche piccolo trucchetto per curare un cuore infranto e per guarire da un’ossessione amorosa maturata in anni di delusioni e esperienze distruttive.

Ti stai auto distruggendo a causa della tua ex ?

Non riesci più a vivere, a ridere o a divertiti con gli amici a causa della tuo “obiettivo” che ti ossessiona?

Stai perdendo la testa a causa di quella ragazza che non ti da più (o che non ti ha mai dato) la considerazione che ti meriti?

Passi tutto il tuo tempo, invece di goderti la tua giornata con gli amici a fare avanti e indietro tra il suo profilo e la home di Facebook perché speri che lei ti dia un minimo segno di vita?

Ecco la diagnosi: sei sicuramente malato di amore ossessivo.

Oggi è il tuo giorno fortunato: io ho una cura infallibile per guarire dalla tua malattia e te la propongo in breve in questo articolo!

Tira un sospiro di sollievo, oggi, ti svelerò i quattro passi infallibili per uscire dalla sindrome dell’ “amore ossessivo”!

Caso 1: hai la sindrome dell’ossessione romantica?

È non pensare più al calcio, ai videogame o alle altre ragazze. È non pensare più a fare carriera o al calcetto con gli amici. È svegliarsi la mattina e pensare solo a lei. È andare a letto la sera e pensare a cosa starà facendo. È pensare a lei mentre sei a lavoro o mentre sei in viaggio, imbottigliato nel traffico, mentre torni a casa da una giornata sfiancante.

È pensare a cosa farebbe lei in una determinata situazione e sognare i suoi occhi, i suoi seni e le sue labbra mentre stai discutendo con il tuo vicino di casa, mentre parli con la moglie del tuo amico che per caso hai incontrato facendo la spesa, mentre consegni la ricetta al farmacista, o mentre sei in discoteca e la ragazza del guardaroba ti sta chiedendo la tessera.

Quando sei ossessionato dall’amore non importa: non è necessario che lei sia con te a qualsiasi ora perché ovunque tu sia e ovunque lei sia tu la senti. La sua presenza (o assenza) ti scombina le giornate, lei vive dentro i tuoi occhi, la vedi ovunque e ti rammarichi perché sai che avresti dovuto fare di meglio per conquistarla e mantenerla tua.

Lei ti ha tradito? Lei ti ha rifiutato? O ancora peggio, non hai ancora avuto il coraggio di avvicinarla?

E tu cerchi di convincere te stesso che sei superiore e che non ti interessa o che magari lo stai facendo per te stesso, perché SEI TU che te la stai prendendo comoda.

Ovviamente, i tuoi amici cercano di mantenerti lucido, di farti tornare in possesso delle tue facoltà mentali e cercano di farti capire che ti stai facendo dei film mentali lontani dalla realtà e che la tua immaginazione sta correndo un po’ troppo lontano e che stai cominciando (e la cosa diventa sempre più preoccupante) a interpretare tutte le sue azioni. E che ti stai tormentando!

Caso 2: la sindrome della coppia perfetta!

In questa seconda situazione potenziale, tu ci sei realmente in una relazione con la signorina in questione e hai totalmente perso il senno della ragione: lei è la luce dei tuoi occhi, è la ragazza più bella del mondo e già ti stai immaginando un futuro con la futura madre dei tuoi figli sempre al tuo fianco…
Non vedi altro che lei, tutte le altre donne hanno perso il loro sapore, ti preoccupi sempre di lei, di dov’è e di cosa fa e di organizzare cose romantiche e carine per passare una serata solo voi due…

Il tuo unico desiderio è quello di renderla felice a tutti i costi e il tuo incubo peggiore è quello che lei ti lasci…

Sei diventato un agnellino, sempre dolce e premuroso e sei diventato geloso, un uomo che ha 24 ore su 24 gli occhi puntati su sua “moglie” e ogni (anche immaginario) potenziale rivale che si avvicina a lei scatena una esplosione di rabbia ingiustificata.

Ma non ti preoccupi troppo perché, in fondo se lei sta con te è perché ti ama. Sì, può darsi che ti ami alla follia ma non quando ti comporti da stupido. Non quando hai attacchi ingiustificati di gelosia o quando sei infastidito se parla con il suo collega d’ufficio.

La tua sindrome della coppia perfetta sta diventando un vero e proprio incubo, una prigione in cui TU sei il carcerario e lei è la carcerata. Sei diventato il custode di una gabbia che hai costruito tu stesso!

Dov’è il ragazzo dolce e simpatico di cui si è innamorata? Non ti riconosce più, la tua ossessione sta parlando per te!

Non ti fidi delle tue capacità seduttive e hai paura che lei ti sfugga da un momento all’altro!

Tu sei in grado di stare a pensare per ore e ore a un modo per renderla felice, come per esempio, organizzando una bella vacanza ai tropici o comprandole un piccolo regalo a sorpresa.

Ma nel momento in cui ti rendi conto di aver passato ore a provare un elenco di password per accedere al suo profilo Facebook per trovare le prove della sua fedeltà (o infedeltà) nella sua casella di posta, allora fermati e rifletti: questo prova che stai sbagliando qualcosa.

Sei profondamente ossessionato dalla tua sindrome che stai cominciando a diventare paranoico.

Caso 3: lei ti ha lasciato e tu hai la sindrome da “ossessione del fallimento”.

Che cosa è successo?

Tra voi due è tutto finito, lei ti ha lasciato e ora ti ritrovi con i cocci di un rapporto rotto, da solo, cercando di superare questo terribile fallimento.

Ti ha lasciato perché ha incontrato un altro? Ti ha lasciato perché hai sbagliato qualcosa con lei? Ti ha lasciato perché non sei alla sua altezza? O semplicemente perché ti ha detto che voleva stare sola?

No, niente di tutto questo. È solo perché non le piacevi più, perché non sentiva più niente per te, o semplicemente perché era stanca.

Lei si era stancata di te e dei tuoi sbalzi d’umore, della tua super eccessiva gentilezza, dei tuoi dubbi permanenti e infiniti, del tuo costante machismo, dei tuoi lamenti riguardo ai tuoi studi che non vanno come speravi o delle tue lamentele incessanti riguardanti il tuo capo che non riconosce il tuo valore.

Il vostro legame si è rotto per una serie di motivi, probabilmente molto validi, ma per te è impossibile fare pace con questi e andare avanti, per te, questo fallimento è inaccettabile.

“Noi non ci possiamo lasciare! Lei mi ama ancora, in fondo, forse mi sta solo mettendo alla prova!”

O forse è Dio stesso o il destino che vuole testare la forza del tuo amore!

Bene, amico, sei malato. E’ arrivato il momento di aprire gli occhi, perché è ovvio che qualcuno o qualcosa nella tua testa ti impedisce di vedere la verità in faccia e levarti la convinzione che, nonostante il vostro rapporto sia rovinato e sia diventato mediocre, voi siete a tutti i costi destinati a stare insieme.

È sbagliato!

Ecco così, che si entra in una di queste quattro fasi dell’amore ossessivo

L’amore romantico – ossessivo ed i quattro livelli di disperazione!

1) Lettere d’amore, regali a sorpresa , album fotografici che rammentano i vostri migliori ricordi insieme…

2) Telefonate ai migliori amici della ex, chiamate ai suoi genitori per dire loro che è finita solo per colpa di lei e per convincerli a persuaderla a tornare con te.

3) Messaggi di molestie, appostamento di fronte al suo appartamento, a lavoro o all’università, scrivendo stati patetici su tutti i social network, tipo: “Ho perso la mia ragione di vita ” o cose del genere…

4) Minaccia di suicidio o di mutilazione, o di bere alcol a fiumi e poi mettersi al volante o di assumere farmaci pericolosi. Alcuni provano anche con lo sciopero della fame..

Non posso che dispiacermi per te, ma ti assicuro che tutti questi passaggi ti rendono pietoso. Devo confessare che personalmente mi è capitato in passato ma poi mi sono guardato allo specchio, qualche anno dopo , mi sono detto: “Amico , sei davvero patetico, lo sai? Nessun onore , nessun orgoglio , hai fatto il tappetino di fronte a una ragazza che ti eri già fatto. Sei stato letteralmente accecato dai tuoi sentimenti, dalla tua rabbia e dalla tua gelosia.”

La cosa peggiore è che i miei migliori amici, ovviamente, hanno avuto piena ragione fin dall’inizio. Mi avevano detto di non esagerare, di scendere con i piedi a terra. Ma volevo dimostrare al mondo la forza del mio amore. Fortunatamente, a quei tempi non avevamo Facebook per umiliarci pubblicamente…

Lei ha un altro? E era la tua prima ragazza? Come fare a dimenticarla se eravate sposati? Come uscire da questo amore ossessionante?

E’ il momento di guarire e di buttarla giù dal piedistallo!

Era veramente meravigliosa? Era una donna da voto 10+, era una modella o una spogliarellista ? Che cosa ha fatto per impressionarti? Ti affascinava per via dei suoi studi? O per le sue opere di beneficenza? Per caso ha scoperto la cura contro il cancro o ha trovato il vaccino contro l’AIDS? No? Bene, allora è arrivato il momento di…

1) Incontrare altre ragazze!!!

Ovviamente, in questo momento ti sembreranno tutte senza sapore… Perché passerai tutto il tempo a cercare di confrontarle con la tua ex donna “perfetta”… “Lei potrà anche avere un lavoro migliore e una vita più emozionante.. ma non va bene per me… La mia ex era divertente, era tutta un’altra cosa… La mia ex era questo, la mia ex era quello… ” BASTA!

2) Mettiti in lutto, questo rapporto è morto!

La cosa più difficile per l’essere umano è accettare un cambiamento. Soprattutto quando ciò che si aveva prima era comodo… Eppure, la prima fase da affrontare per riuscire a andare avanti , è quella di imparare a accettare la perdita. Accettare che ci sarà un futuro per te, anche dopo la rottura. Hai vissuto prima e continuerai a vivere anche dopo.

3) Il potere dei pro e dei contro

Ora hai bisogno di vedere le cose da una nuova prospettiva. Era un buon rapporto, ma è passato. Prendi un foglio di carta. Disegna una linea nel mezzo e dividi il foglio in due colonne. Scrivi i pro a sinistra e a destra, i contro del tuo rapporto. Non riesci a trovare svantaggi ? Ti aiuto io: ripensa a tutti i momenti difficili che ti ha fatto passare.

“Lei non mi ama . ”

“Lei mi ha tradito e mi ha umiliato. ”

“Mi ha fatto fare la figura del patetico davanti a tutti i miei amici e a tutti quelli che conosco . ”

Questo dovrebbe aiutare a raggiungere la fine di questo amore ossessionante più facilmente. Non mentire a te stesso, questo rapporto ti ha rovinato. E ‘difficile smettere con una dipendenza ma puoi farcela!

4) Cerca di lavorare sul tuo lavoro Inner Game!

Per riuscire a guarire completamente e imparare a affrontare in maniera diversa il prossimo rapporto, dovrai darti da fare per costruirti una vita che sia interessante anche senza una donna al tuo fianco: cerca di superare la tua paura delle donne, di migliorare l’immagine che hai di te stesso e aumentare la fiducia.

Diventerai il tipo di uomo che attira naturalmente le donne!

E, ovviamente, dovrai rompere ogni contatto con questa donna malefica!

Coraggio, amico, ce la puoi fare!

A presto!

Articolo scritto da Alessandro di ArteSeduzione.it

Fondatore dell’Agenzia Re di Cuori e da 17 anni esperto sulle problematiche dei single.

Lascia un commento